COVID-19 Update

Despite the problems caused by the Corona-virus our Webshop and the contact forms on our website are fully available. You may also address your inquiries to customer-relations@universaledition.com. Thank you for your understanding if our answer takes longer as usual because of the current restrictions. Your Universal Edition Team

Franz Schreker: The Birthday of the Infanta

  • A pantomime based on the story by Oscar Wilde (1908-1910)
  • for chamber orchestra
  • original version
  • 2 2 2 2 - 2 2 0 0 - timp, perc(1-2), hp, str
  • Duration: 32’
  • Instrumentation details:
    1st flute
    2nd flute (+picc)
    1st oboe
    2nd oboe
    1st clarinet in A (+cl(Bb))
    2nd clarinet in A (+cl(Bb))
    1st bassoon
    2nd bassoon
    1st horn in F
    2nd horn in F
    1st trumpte in F
    2nd trumpte in F
    timpani (+tr
    tamb)
    glockenspiel (+cym)
    percussion
    harp
    violin I
    violin II
    viola
    violoncello
    contrabass
  • Composer: Franz Schreker
  • Writer of pre-existing text: Oscar Wilde
  • Text adapter: Jens Luckwaldt
Web Cover

Printed product

Franz Schreker: Der Geburtstag der Infantin for chamber orchestra | UE31426

Ballet based on Oscar Wilde

  • Edition type: study score
  • Format: 17.0 × 24.0 cm
  • ISBN: 978-3-7024-1827-4
  • ISMN: 979-0-008-06734-1
€59.95
Product available

Reviews

(…) sa face obscure nous rappelle la force de l'expressionnisme qui sourd alors derrière la face policée Jugendstil viennois. Au carrefour de ces deux mondes, ce pantomime "agile" et plus léger. Crescendo 06/2005 È noto il singolare destino di Franz Schreker: la precocità del suo talento e lo straordinario successo 'in vita' sembrano essere stati inversamente proporzionali alla sua fortuna presso i posteri. Non solo osteggiata dal nazismo, ma sopratutto danneggiata da quella frattura che la Germania soffri in seguito al vuoto culturale creato dal nazismo, la musica di Schreker sono negli ultimi decenni gode di qualche maggiore attenzione. Ad aiutare nella riscoperta e nella conoscenza di quel mondo musicale che animò la Vienna fin-de-siècle è ancora una volta l'editore che ne custodisce la memoria, Universal. E la pubblicazione della partitura di una delle più rappresentative opere di Schreker ha diversi motivi di interesse. 'In primis' quello di riproporre un intero mondo culturale, quello vivacissimo della Vienna secessionista che intorno a quest'opera gravitò in modo significativo. Der Geburtstag der Infantin, basata sulla omonima novella di Oscar Wilde, è una pantomima per orchestra da camera che Schreker compose nel1908 in occasione della 'Kunstschau' organizzata dal circolo artistico di Gustav Klimt; scene e costumi nello stile di Velasquez realizzati da Eduard Josef Wimmer, Elsa e Greta Wiesenthal, le ballerine ammirate dai maggiori esponenti dello Jugendstil, le danzatrici interpreti. Schreker compose la musica in dieci giorni. Vi si dedicò con un tale abbandono da sembrare "quasi un posseduto", riportano le testimonianze, e l'entusiasmo per ciò che stava componendo aveva contagiato l'intero circolo artistico. Il successo fu entusiastico e immediato, e portò all'autore un importante contratto con l'editore Universal. Oltre alla riduzione per pianoforte a quattro mani della pantomima, Schreker si dedicò ad altri progetti per la danza (Der Wind, Pans Tänze, Weißer Tänze, Tanzspiel Rokoko), di cui il più importante rimase sempre comunque Der Geburtstag der Infantin. Alcuni anni dopo però un episodio segnò drasticamente il destino di quest'opera. L'allestimento realizzato nel 1910 nell'Apollo-Theater di Vienna, in un contesto da vaudeville con scene da operetta, marce, valzer, acrobati e attori comici, oltre a risultare un totale insuccesso, snaturò le caratteristiche della pantomima. La delusione bruciante, ma sopratutto la difficoltà di collocare un'opera di concezione moderna sui palcoscenici tradizionali, scoraggiò ulteriori iniziative. Schreker si convinse nel 1922 a 'recuperare' Der Geburtstag trasformandola in una suite per grande orchestra presentata l'anno dopo in prima esecuzione al Concertgebouw di Amsterdam sotto la direzione di Willem Mengelberg, che ne fu anche il dedicatario. Seguirono due incisioni realizzate da Schreker stesso nel 1925 e 1926 e infine l'adattamento ad un nuovo contesto di balletto, con il titolo di Spanisches Fest (prima rappresentazione al Berliner Staatsoper nel 1927), che manteneva soIo alcuni elementi della novella di Oscar Wilde. Dopo tali vicissitudini la riproposta della versione originale ha un significato particolare: quella di restituire Der Geburtstag der Infantin all'originario clima artistico. L'economia dei mezzi e la trasparenza della scrittura valorizzano maggiormente l'inventiva di un compositore che per sensibilità timbrica e melodica e per la duttilità del suo talento sorprendeva i suoi contemporanei; ma ancor più in questa prima versione risaltano, come sottolinea il curatore Christopher Hailey, quegli aspetti grotteschi e inquietanti della narrazione che troveranno sviluppo nell'ultimo stile di Schreker e che costituiscono l'altro volto dello 'Jugendstil' viennese. Quello che alla raffinata eleganza contrappone la forza 'eruttiva' dell'espressionismo. il giornale della musica 06/2005

Previously Viewed Works

No previously viewed works